Thailandia: le regole della nuova normalità per gli stadio di Muay Thai

0
1157

Un articolo pubblicato in lingua Thailandese,riporta le regole che molto probabilmente saranno adottate alla riapertura imminente degli stadi Thailandesi di Muay Thai.

Dopo un incontro tra L’albo della boxe professionistica ed i promotori sono state concordate nuove regole per riavviare l’organizzazione degli show degli sport da combattimento in Thailandia.
Va ricordato che ormai sono trascorsi un numero estremamente significativo di giorni senza trasmissione locale del virus registrata nel paese.
Ecco una panoramica di alcune delle regole che dovranno essere seguite:
  • i pugili devono essere messi in quarantena per 14 giorni prima dei combattimenti (per questo motivo Omnoi ha dovuto rimandare dal 20 giugno al 4 luglio)
  • condurre l’azione con ‘il minor clinch possibile’
  • massimo 50 persone nel complesso e show senza spettatori
  • minima distanza di 2 metri dal ring  richiesta per ogni persona
  • i giudici staranno dietro un box di plastica
  • 4 spogliatoi dedicati per pugili

articolo originale

Previous articleWorld Siam Stadium, uno stadio innovativo
Next articleBloody Elbow incalza ONE sulle perdite milionarie
Emmanuele Corti: inizia a praticare la muay thai in giovane eta' a Trieste (Italia) cominciando a combattere sin da subito in gala prestigiosi assieme ai top thailandesi e astri nascenti quali i fratelli Petrosyan. Dopo un periodo di esperienze lavorative che lo portano all'estero, approda in Thailandia a titolo definitivo nel tardo 2011 coronando il sogno della sua vita, cioe' quello di aprire un muay thai camp (Sitjemam). A partire da quell'anno segue attivamente la preparazione dei fighters del suo camp e a fine carriera agonistica ha rappresentato i colori del Muay Farang team in eventi di grande rilievo nel continente asiatico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here